logo-mini

Enrico Perotto

L’artista ha davvero nelle mani la sapienza antica dello scultore che lavora “per via di levare” e che ha eletto la pietra a simbolo primigenio del legame stabile e duraturo tra l’uomo e la terra, oggi trasformatosi profondamente, se non addirittura scioltosi del tutto.

Aletti opera su frammenti organici del mondo minerale, ne conserva i “segni” specifici della loro individualità materiale e vi intravede la possibilità di un altra esistenza, quella speciale di “segni” comunicanti, con cui l’osservatore può entrare in rapporto tattile, esprimendone così compiutamente la bellezza delle superfici ora fluide e lustre, ora scabre e solcate da textures misteriose.